Loghino Santa Maria Minore
Tipica costruzione rurale mantovana costituita da una casa padronale collegata a due barchesse ai lati, una grande ed una piccola, caratterizzate da un porticato e adibite a stalle o fienili. Il progetto di riconversione dell’edificio, in abitazione unifamiliare, si prefigge un duplice obiettivo: da un lato il mantenimento delle caratteristiche architettoniche originarie, il contatto con il paesaggio e la sua storia, dall’altro l’introduzione di concetti abitativi moderni e confortevoli. Intento principale del progetto, l’integrazione e l’unione delle due barchesse all’abitazione. Chiuse da ampie vetrate mantengono i grandi volumi originari e diventano il fulcro della residenza: living per quella piccola, piscina, zona relax e zona notte al piano primo, per quella grande. Le grandi aperture delle barchesse, le portefinestre nella parte centrale, ricavate modificando le originarie finestre ed il proseguimento all’esterno della pavimentazione in cemento, sottolineano la volontà di creare una continuità forte tra interno ed esterno. Anche la scelta di non introdurre colori estranei ma di puntare su quelli della natura intorno accentua tale continuità. L’arredo, creato su misura, presenta grandi armadiature a soffitto che nascondono tra le ante gli accessi alle camere, mixato a design vintage e arte contemporanea. È un edificio a risparmio energetico che utilizza fonti rinnovabili quali solare termico, fotovoltaico e geotermico.

Continuando, accetto che Studio di Architettura DISEGNO e il gruppo Houzz utilizzino cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i loro rispettivi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più sull'Informativa sulla Privacy di Studio di Architettura DISEGNO e l'Informativa sulla Privacy di Houzz.